Neuromarketing e scienze cognitive

Neuromarketing e scienze cognitive, perchè sono così importanti per comunicare e vendere sul web?

Perchè non abbiamo un cervello, ne abbiamo tre!

Si tre!

Il cervello antico

è stato il primo a svilupparsi durante l’evoluzione, è la parte che interviene in ogni processo di interpretazione degli stimoli esterni

E si occupa della gestione di tutti quei processi automatici che apprendiamo crescendo

Quando cammino o respiro non mi devo concentrare per svolgere tali azioni

Il cervello antico è notevolmente attratto da cibo, sesso e luccicanza

Ed è per questo motivo che la maggior parte dei prodotti rappresentati nelle pubblicità sono spesso lucidi, glossy, quasi liquidi

Si perchè il cervello antico ne viene attratto in quanto richiamano un elemento fondamentale per l’essere umano: l’acqua (lucido), la sopravvivenza (cibo) e la riproduzione (sesso)

In quante pubblicità hai trovato un richiamo sessuale? Si dai, signorine mezze svestite, bocche luccicanti o frasi a doppio senso?

Poi esiste un secondo cervello: il cervello intermedio

che ha il compito di elaborare le emozioni

Ognuno di noi prova emozioni più o meno intense quando gli viene mostrata un’immagine ed il cervello intermedio ha il compito di convertirle in emozioni

felicità o paura, dispiacere o allegria, rabbia o compassione

etc etc

E lo fa producendo fondamentalmente due tipologie di neurotrasmettitori: la dopanima e la serotonina

Dopamina uguale autogratificazione ovvero l’entusiasmo che provi quando riesci a soddisfare un tuo desiderio

La serotonina invece regola il tono dell’umore e viene anche detta molecola dell’amore

Se ti mostro una foto in cui ti puoi identificare, la serotonina aumenta

Così come sentirsi parte di un gruppo, una community, condividere valori comuni favorisce la produzione di tale molecola

Ci siamo evoluti creando delle comunità per poter sopravvivere quindi, non ne possiamo fare a meno

Il cervello recente, invece, è quello che si è sviluppato per ultimo

Ha il compito di elaborare il linguaggio, il parlato, la lettura, interpreta i suoni e gestisce i processi logici come ad esempio la pianificazione di un evento o azione

Le analisi prodotte dal cervello recente entrano in gioco quando ad esempio devi fare un acquisto online

Prima di cliccare su “buy now” di solito analizzi le caratteristiche del prodotto, la sua scheda tecnica e le peculiarità

Ed è per questo motivo che le tabelle comparative funzionano molto bene in termini  di conversione

Quindi, quando devi creare una comunicazione online, se vuoi vendere o promuovere un prodotto o ingaggiare nuovi utenti dovresti partire considerando come il nostro cervello interpreta i segnali che vuoi inviare

Poi c’è un bel libro di Andrea Saletti, “neuromarketing e scienze cognitive” che ti spiega tutto questo e come creare strategie per ottimizzare le conversioni!

E ricorda, per avere successo dovresti parlare non con uno ma con tre cervelli!

Se ti interessa approfondire ti suggerisco le seguenti letture:

  1. Neuromarketing di Martin Lindstrom
  2. Neuromarketing e scienze cognitive per vendere di più sul web di Andrea Saletti

Spread the love
Translate