Evoluzione e progresso tecnologico

Viviamo in un’era definita come “il nuovo Rinascimento“, possiamo accedere ad informazioni in millesimi di secondo e nel futuro prossimo saranno le informazioni stesse a raggiungerci attraverso assistenti personali dotati di AI.

La cultura, il sapere e l’istruzione hanno subito accelerazioni grazie al web e successivamente grazie al web 2.0 che ha permesso agli utenti non solo la consultazione ma anche la creazione dei contenuti.

Siamo passati da consumatori a consum-attori, possiamo interagire in maniera bilaterale, biunivoca. Non è più un senso unico.

Ogni secondo, l’intera umanità connessa alla rete, produce 2 milioni di ricerche su Google,

350 Gb di contenuti su Facebook

ed invia circa 204 milioni di e-mail

Siamo sottoposti ad una media di circa 350 adv al giorno il che ha abbassato notevolmente la nostra soglia di attenzione che, ad oggi, è stimata all’incirca sugli 8 secondi.

Questo significa che anche la nostra percezione ed il nostro pensiero si sono modificati: non leggiamo più, scansioniamo le pagine di un manuale alla ricerca dell’informazione che ci occorre, utilizziamo frasi brevi, concise, sintetiche in bold per ottimizzare il tempo.

Nell’ultimo secolo

Nell’ultimo secolo il costo dei trasporti si è abbattuto di 1000 volte e non solo, anche i tempi di percorrenza si sono ridotti drasticamente: stiamo ipotizzando di poter viaggiare tra Milano e New York in due ore entro i prossimi cinque anni.

✈️ COSTO TRASPORTI -1000X

Questo ha moltiplicato le possibilità in termini di scambi, mercati e trasferimenti di esseri umani e merci.

Per non parlare dell’approccio di Space X per il quale mi immagino i miei nipoti che faranno skype call con le relative fidanzate residenti su un altro pianeta.

I costi dell’energia elettrica si sono abbattuti di 100 volte nell’ultimo secolo e l’energia è diventata trasportabile e sempre più performante; vedasi Tesla che ha sviluppato il proprio business model non tanto sulle vetture elettriche quanto piuttosto su un modello di fornitura di energia solare.

 ???? COSTO ENERGIA -100X

Le comunicazioni attraverso Voip e connesione dati hanno agevolato ed incrementato la conoscenza, lo scambio culturale, il confronto tra individui residenti in parti opposte del Pianeta, ci ha permesso di accedere sempre più velocemente ad informazioni online anche in mobilità.

Ma voi ve lo ricordate il modem a 56K?

Io faccio parte di quella generazione li! In cui dovevi aspettare svariati minuti prima di scaricare un documento dalla rete.

L’alfabetizzazione è passata dal 25% al 80% nell’ultimo secolo non solo grazie all’infrastruttura scolastica ma anche grazie alla possibilità degli utenti di poter accedere a risorse online: pensiamo a infopedia, il precursore di Wikipedia creato da Aaron Swartz, the internet own boy.

???? ALFABETIZZAZIONE +80%

La sua visione era quella di aprire le porte della conoscenza a tutti gli utenti della rete permettendone l’accesso libero e gratuito, senza vincoli proprietari da parte di centri di ricerca o multinazionali.

La legge di Moore e l’accelerazione tecnologica

crescita esponenziale filippo scorza

Questa curva la conosciamo bene o male tutti: rappresenta l’accelerazione delle nuove tecnologie e viene bene espressa attraverso la legge di Moore.

Se due anni fa potevo acquistare una SD card da 16 Gb ad un prezzo di 20€, oggi ne posso acquistare una da 32Gb a 10€. E’ esponenziale.

La capacità computazionale dei nostri dispositivi ha superato quella del cervello del topo nel 2015 e supererà quella del cervello umano entro un paio di anni e le porte per il machine learning a l’intelligenza artificiale sono già state spalancate, basti pensare ad AlphaGo o al progetto image.net

I nostri smartphone hanno una capacità computazionale maggiore dei sistemi installati a bordo di Apollo 11 con cui l’uomo è atterrato sulla Luna nel 1968.

Stiamo vivendo un’epoca di abbondanza dove sembra che tutto possa essere raggiungibile, un’epoca mai vista prima in cui le nuove tecnologie stanno dirompendo nei contesti dell’health care (con 150$ posso acquistare il kit per la sequenzializzazione del mio DNA su 23 and me), dei trasporti (self driving car), dell’energia, dell’educazione, dell’industria nel suo insieme e della finanza (cryptocurrencies e blockchain).

L’evoluzione dell’istruzione: e-learning e MOOC

Accesso alla rete = Accesso alle informazioni = Crescita della cultura

Anche se qualcuno sostiene che le cose non stanno andando proprio così: ne avevo parlato in questo articolo.

Non è più fondamentale avere un luogo fisico ed uno spazio temporale definito per poter frequentare un corso di coding, di lingue, di fisica, matematica…

Piattaforma online quali Coursera o Udemy, giusto per citarne un paio, permettono la fruizione di lezioni create non solo da professori e docenti ma bensì da esperti in materie verticali che rivendono i propri corsi di formazione su tali marketplace.

mooc scorza filippo

Tali marketplace creano reliability e reputation mediante rating degli studenti stessi i quali, inoltre, hanno a disposizione forum di discussione dove potersi confrontare su specifici argomenti e tematiche.

Nel 2017 si sono contati circa 57 milioni di studenti che hanno acquistato almeno un corso online e questo trend ha spinto gli atenei a sviluppare analoghe piattaforme online per la fruizione dei contenuti se non il conseguimento dell’attestato direttamente in remoto.

Ad oggi si contano più di ottomila corsi online a pagamento ai quali si devono aggiungere i tutorial e lezioni gratuiti su canali quali Youtube.

Nel 2016 si è registrata una crescita del e-learning del 18% con una crescita attiva non solo da parte degli studenti quali principali fruitori ma anche da parte delle grandi aziende che sempre più spesso si affidano a tali piattaforme per usufruire di corsi di formazione e aggiornamento dei propri dipendenti.

In Italia, ad esempio, si riscontra che il 63% dei corsi di aggiornamento dei dipendenti avviene online.

I metodi frontali di insegnamento non sono però stati accantonati, anzi, tramite il blended learning si affiancano lezioni tradizionali con supporti di e-learning creando un modello ibrido.

Le ultime tendenze si chiamano gamification e social learning: da una parte osserviamo l’utilizzo di forme ludiche per un apprendimento più efficace, dall’altra c’è un’integrazione crescente dei social network con le attività di formazione, per favorire il confronto tra colleghi.

 

Spread the love