Multipotenziale

Guardati il Ted di Emilie Wapkin! Si perchè se anche tu non sapevi rispondere alla domanda “cosa vuoi fare da grande” dovresti davvero ritagliarti cinque minuti e guardalo!

Il fatto è che alcuni di noi non hanno un’unica e sola vocazione alla quale essere devoti e, forse, nell’era in cui viviamo, non avrebbe nemmeno molto senso. Personalmente, questo Ted mi ha “rassicurato”… Si perchè fin da giovane ho sempre creduto nel dovermi definire e trovare una strada da seguire, un lavoro da svolgere, un attività in cui diventare bravo davvero; non è mai stato così in quanto ho sempre avuto molteplici interessi e svariate passioni che mi hanno sempre ed inesauribilmente distolto da un unico obiettivo catapultandomi in nuovi entusiasmi, passioni e studi diversificati tra loro.

Forse credevo che prima o poi avrei dovuto scegliere tra una di queste mie passioni per trasformarla in un lavoro, stabile, costante e certo: questo pensiero, a dire la verità, mi metteva sempre un po’ di ansia forse perchè poteva risultare sbagliato o venire interpretato come qualcosa del tipo “ma questo cosa vuole fare nella vita?“.

Bene, Emilie è riuscita a dare un senso ai miei molteplici interessi, alle mie incoerenze, alle varie passioni e a tutte le mie attività non lineari: non c’è nulla di sbagliato nel avere molte curiosità o nel non possedere un “destino” univoco. Emilie afferma che tali figure possono essere descritte come multipotenziali (e questa definizione mi riempe di gioia ;-))

Riporto pari pari le sue parole per identificare le caratteristiche di un multipotenziale:

Sintesi di idee. Cioè, combinare due o più campi e creare qualcosa di nuovo nell’intersezione. Sha Hwang and Rachel Binx hanno attinto dai loro interessi in comune nella cartografia, visualizzazione di dati, matematica e design quando hanno fondato Meshu. Meshu è una società che crea gioielli personalizzati ispirati alla geografia. Sha e Rachel sono giunte a questa idea grazie al loro mix di capacità ed esperienze. L’innovazione nasce nelle intersezioni. È lì che vengono fuori nuove idee. E i multipotenziali, con tutti i loro bagagli, sono capaci di accedere a molti di questi punti di intersezione.

Rapido apprendimento. Quando noi multipotentiali ci interessano a qualcosa, ci diamo sotto. Osserviamo tutto quello su cui possiamo mettere le mani. Siamo anche abituati ad essere principianti, perché siamo stati abituati a essere principianti molte volte in passato, e questo significa che siamo meno timorosi di provare nuove cose e di uscire dalla nostra zona comfort. Inoltre, molte capacità sono trasferibili tra le diverse discipline, e portiamo tutto ciò che abbiamo imparato in ogni nuova area a cui ci dedichiamo, quindi raramente iniziamo da zero.

Adattabilità. Cioè la capacità di trasformarsi in qualsiasi cosa bisogna essere in una data situazione. Abe Cajudo è a volte un regista di video, a volte un web designer, a volte un consulente Kickstarter, a volte un insegnante, e a volte, sembra, James Bond…

Il mio consiglio, quindi, è quello di abbracciare le proprie passioni, i propri interessi e le proprie curiosità: abbiamo molte intersezioni dentro che ci consentono di essere autentici nonostante la complessità di fili, gomitoli e matasse!

Spread the love
Translate